Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

I Centri per l'impiego guardano al futuro: il piano per il loro potenziamento

info@provincia.bergamo.it

Investiti oltre 110mila euro in infrastrutture

In previsione l'assunzione di 21 professionalità

In vista del ruolo che è chiamata ad assumere con la entrata in vigore del reddito di cittadinanza, la Provincia di Bergamo investe sui Centri per l'impiego e chiama gli attori del territorio intorno a un tavolo che fungerà da cabina di regia tecnica: "Vogliamo essere pronti - dichiara il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli -. Abbiamo assunto un impegno economico ed organizzativo per il rafforzamento del servizio che diventerà sempre più un punto di riferimento per il territorio”.

Per attuare le novità introdotte dall'applicazione del Reddito di cittadinanza , il Presidente Gafforelli annuncia la proposta di creazione di una commissione ad hoc che potrà lavorare su alcuni specifici obiettivi: "E' necessaria la collaborazione di tutti per dare vita a un modello che garantisca l'afflusso corretto delle informazioni e un'efficace presa in carico dei cittadini destinatari delle misure previste dalla legge. Solo così potremo affrontare con successo la nuova fase che si è aperta con il decreto sul reddito di cittadinanza".

Foto Commissione provinciale politiche del lavoro
La Commissione provinciale delle politiche del lavoro riunita nello Spazio Viberbi

La rete dei Centri per l'impiego (CPI) della nostra Provincia è costituita da 10 Uffici distribuiti sul territorio ed organizzati a suo tempo per una dislocazione razionale dei servizi all'utenza, oltre al Collocamento Mirato Disabili. Negli ultimi anni i Centri per l'impiego hanno registrato negli ultimi anni un costante aumento dell'utenza con un numero medio di accessi di oltre 55.000 persone all'anno.

"La nostra è una delle Province più penalizzate in termini di dotazione di personale. Con solo 64 operatori serviamo un territorio di 1.130.000 abitanti a fronte degli 89 operatori della Provincia di Brescia o i 71 di Varese. Paradossalmente abbiamo uno fra i più alti tassi di inserimento degli utenti che si rivolgono ai nostri Uffici: il 15% - sottolinea il consigliere delegato alle Attività produttive Ezio Deligios -. Il potenziamento dei Centri per l'impiego è la prima esigenza che abbiamo per affrontare le necessità sempre più pressanti dell'utenza e la complessità delle prestazioni”.

Nel 2018 la Provincia di Bergamo ha impegnato oltre 110mila euro in infrastrutture per dotare gli Uffici di spazi e tecnologia adeguata. Per il prossimo triennio Via Tasso prevede l'assunzione di nuove professionalità in possesso dei requisiti specifici, quali la conoscenza delle lingue e una formazione adeguata per l'erogazione di servizi specialistici di orientamento e incontro domanda/offerta di lavoro.

In sintesi le proposte della Provincia da condividere con gli amministratori e i componenti della Commissione:

  1. Formazione ed aggiornamento professionale del personale, grazie anche ad un costante scambio di informazioni con Regione e Anpal.
  2. Avvio di collaborazioni con gli uffici di 8 + 3 nuove risorse grazie ai progetti di Leva civica in collaborazione con l'Associazione Mosaico;
  3. Potenziamento dei servizi. Il tema è stato affrontato da Regione Lombardia in occasione del Tavolo dei Direttori Lavoro promosso dalla DG Lavoro di Regione Lombardia: abbiamo espresso soddisfazione alla proposta avanzata in tale contesto, che prevede l'assunzione presso i CPI della Provincia di Bergamo di 21 unità. Sono state accolte le nostre proposte in tema di potenziamento e di innalzamento dei servizi sul territorio. La Provincia di Bergamo, d'intesa con Regione, ha formulato gli emendamenti presentati ed approvati in sede di conversione del DL 04/2019 e sta verificando le strade più opportune per la messa a disposizione in termini brevi del suddetto personale, in linea di principio da assumere a tempo determinato per tre anni.
  4. Realizzazione di investimenti strumentali e strutturali degli uffici (potenziamento e rinnovamento delle dotazioni informatiche, adeguamento delle linee telefoniche ed internet al fine di svecchiare e rendere maggiormente efficienti le linee di comunicazione, acquisto di nuovi computer e stampanti scanner per ogni operatore, acquisito di un nuovo server per garantire la sicurezza e la massima funzionalità del sistema informativo, nonché acquisto di nuovi arredi per l'attesa ed adeguamento di alcuni strutture e sedi di CPI per renderle maggiormente rispondenti alle esigenze dell'utenza).
  5. Collaborare con Regione Lombardia per la traduzione a livello territoriale delle politiche nazionali, con particolare riferimento alle misure di politica attiva e ai dispositivi dotali (armonizzazione dell'assegno di ricollocazione previsto dal DL 4/2019 per i percettori del RdC con Dote Unica Lavoro e Programma Garanzia Giovani).
  6. Implementare il ruolo della Provincia nella governance della rete locale di operatori accreditati all'erogazione di servizi al lavoro ed alla formazione, considerato il ruolo loro attribuito dal legislatore ed alle conseguenti implicazione in tema di condizionalità.
  7. Condividere con il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, con gli Ambiti territoriali, con i Comuni, i Sindacati e tutte le realtà sociali, un processo per la presa in carico dei percettori del RdC e la realizzazione delle azioni previste dall'impianto normativo nazionale.
  8. Costituzione di un coordinamento tecnico con tutti gli Enti coinvolti al fine di promuovere un costante monitoraggio delle attività.
  9. Predisporre, sul portale della Provincia di uno spazio dedicato al Reddito di cittadinanza.
  10. Attivazione, a partire dal mese di maggio, di un numero telefonico dedicato all'utenza e specifico per le prime informazioni sul Reddito di cittadinanza.

Scarica materiale:

CPI della Provincia di Bergamo, servizi erogati 2018

CPI dati monitoraggio 2018

Masterplan Piano Disabili 2019/ 2020

Sintesi Piano Disabili 2017/ 2018